You are currently browsing the tag archive for the ‘morti sul lavoro’ tag.

Ci sono giorni – troppi giorni – in cui a qualcuno tocca dire: “papà non torna più”. Ci sono giorni in cui intere famiglie vengono spezzate da notizie drammatiche. Sono giorni in cui la tragedia di una morte improvvisa arriva e ti lascia lì impotente. È un destino inaccettabile che colpisce persone che stanno semplicemente compiendo il proprio dovere, a volte per uno stipendio da fame. Persone che forse hanno scelto la propria professione perché non avevano alternative o perché ci credevano. Ma non cambia. Il ritorno a casa – l’ultimo ritorno a casa – lo devono fare comunque all’interno di una cassa di zinco. E non c’è nessuna bandiera italiana ad avvolgerli e nessuna nazione che li piange. Eppure anche loro hanno servito il proprio Paese, anche loro hanno contribuito a tutelare i nostri interessi, lavorando per quell’Italia che sa portare sul territorio e all’estero le proprie capacità. Sono i lavoratori “normali”. Gente che non abbraccia il fucile ma la cazzuola, la sega elettrica, il volante di un camion. E muore sul posto di lavoro. E non c’è nessuno ad ascoltare, nel silenzio di ghiaccio che circonda questa realtà, il loro ultimo grido disperato.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

DIVENTIAMO AMICI SU FACEBOOK



Inserisci la tua e-mail per sottoscrivere questo blog. Anche in questo caso, alegalli ti manderà una mail ogni volta che scriverà un post. :)

Segui assieme ad altri 4 follower

Annunci