Stamattina sono stato in Comune, all’ufficio elettorale, per firmare l’apparentamento di Tu@Saronno con le liste che sostengono Luciano Porro. Ammetto che porre per la prima volta la mia firma su un documento ufficiale, anche se meramente burocratico, mi ha emozionato. 🙂 La notizia, comunque, è che al ballottaggio appoggiamo ufficialmente Luciano Porro. Di seguito, copio l’articolo che spiega questa decisione. Lo troverete sulle pagine del numero speciale di QuiSaronno che distribuiremo a partire da domani in città.

Approfitto per augurare a tutti una buona Pasqua, in famiglia o con chi volete voi! 🙂

ANGELO PROSERPIO SOSTIENE LUCIANO PORRO: 18 NUOVI CONSIGLIERI PER UNA NUOVA CITTÀ!

È un momento decisivo per la nostra città. Un momento decisivo che noi di Tu@Saronno aspettavamo di poter vivere da quando abbiamo scelto di imbarcarci in questa stupenda avventura che è la nostra lista civica tutta “made in Saronno”. È il momento in cui – per davvero! – diventa concreta la possibilità di dare una svolta alla politica saronnese e portare un grande rinnovamento all’interno del Consiglio Comunale cittadino, croce e veleno dell’ultima disastrosa amministrazione. Lo stesso Consiglio Comunale che ha visto, a luglio, le dimissioni in massa di tutti i consiglieri di centrodestra, portando così ai nove mesi di commissariamento del Comune di Saronno, che stanno finalmente per terminare una volta per tutte.
Dopo questa tornata elettorale, ci sono due ottime notizie. La prima è che non sarà più possibile che si verifichi una situazione come quella di luglio: nessuna coalizione, tra quelle che si sono presentate al voto del 28 e 29 marzo, ha superato il 50% dei voti totali, per cui non è stato assegnato alcun premio di maggioranza. Di conseguenza, il candidato sindaco che vincerà il turno di ballottaggio si garantirà una maggioranza di 18 consiglieri comunali composta dai candidati dalle liste che l’avranno appoggiato, rendendo in questo modo il Comune governabile a prescindere dalle mosse dell’opposizione. La seconda notizia è che, l’11 e 12 aprile, sarà possibile liberarsi di una buona parte di quegli stessi consiglieri di destra che hanno scelto di far cadere il Consiglio a luglio. Basterà votare dalla parte giusta: dalla parte di Luciano Porro. È per questo che noi di Tu@Saronno, con in testa il nostro candidato sindaco Angelo Proserpio, abbiamo deciso di appoggiare nuovamente il candidato del Partito Democratico, dopo il sostegno che gli avevamo garantito già durante lo scorso – e vittorioso – ballottaggio.
Con una banalità prevedibile – che testimonia solo l’incapacità di uscire da uno schema di contrapposizioni ideologiche, purtroppo non superate, che paralizza anche la politica nazionale – le forze di destra che appoggiano Marzorati non sono riuscite a vedere, in questa nostra scelta, nient’altro che una scontata ripartizione degli schieramenti nel solito confronto destra contro sinistra. Fascisti contro comunisti: parole che non hanno più senso di esistere e che noi non ci siamo mai azzardati a pronunciare. Niente di più falso e sleale. Tu@Saronno ha fatto una precisa scelta, diversi mesi fa: ha scelto di nascere in contrapposizione all’amministrazione saronnese che è stata in carica negli ultimi dieci anni, della quale hanno fatto parte solo ed esclusivamente forze del centro destra. Forze che, nella loro campagna elettorale, hanno parlato agli elettori come se negli ultimi due lustri fossero state all’opposizione, scaricando tutto sull’ex-sindaco Pierluigi Gilli e sul suo gruppo “ribelle”.
Allora, nel momento in cui abbiamo avuto la certezza del ballottaggio, visti i numeri e i nomi dei consiglieri che potrebbero venire eletti in caso di vittoria del centro destra, non abbiamo avuto alcun dubbio su quale fosse la parte giusta dalla quale schierarci. Abbiamo scelto di sostenere la candidatura di Luciano Porro perché solo questa garantirebbe, senza il dubbio di venire contraddetti, il ricambio di ben 18 consiglieri comunali rispetto alle elezioni amministrative del 2004. I rimanenti, tutti personaggi che hanno avuto un ruolo cruciale e un forte potere personale negli ultimi disastrosi anni, dovranno rassegnarsi a sedere sui banchi dell’opposizione, smettendo così di decidere le sorti della politica saronnese. È giunto il momento in cui l’impasto di potere e personalismi che ha paralizzato Saronno negli ultimi anni venga definitivamente sciolto. Appoggiare Porro permette farlo, mentre l’elezione di Marzorati vorrebbe dire riproporre quasi identicamente gli stessi consiglieri dell’ultimo quinquennio.
In questi giorni – come già detto – la destra ha provato a tirarci a forza all’interno della solita, stantia contrapposizione ideologica che spacca il Paese. Proprio noi, che in campagna elettorale abbiamo cercato di aprire – perlopiù inascoltati – a tutte le forze politiche, proponendo un’amministrazione cittadina basata sull’eccellenza dei membri del Consiglio Comunale a prescindere dal loro “colore” politico. La devono smettere: non fatevi inutilmente trascinare in questo tunnel senza uscita. È l’ennesima prova della miopia con cui i politici guardano alla politica stessa, motivo che ha spinto noi di Tu@Saronno a fondare una lista civica piuttosto che a entrare a far parte di un partito nazionale, consapevoli di vantaggi e svantaggi di questa situazione. Gli ultimi risultati elettorali, però, ci hanno dato una certezza, una certezza data dai numeri: i cittadini saronnesi non sono miopi, come la dirigenza che li ha finora guidati, e hanno una grandissima voglia di cambiamento. Un cambiamento che, l’11 e 12 aprile, può essere concretizzato solo in un modo: facendo la croce sul nome di Luciano Porro, candidato sindaco che Angelo Proserpio e Tu@Saronno hanno deciso di appoggiare al ballottaggio, invitando i propri elettori a fare altrettanto.

Lista Civica Tu@Saronno
info@tuasaronno.it

Annunci